CHI SIAMO

_logoSINTEG.png

Il progetto originario prevedeva la costituzione di un network nazionale ed è stato presentato il 27 maggio 2005 a Firenze.

 

Nell'arco di pochi mesi il progetto ha incontrato l'interesse di professionisti ed aziende di tutta Italia ed ha visto accrescere velocemente il numero dei propri affiliati. La strategia societaria ha puntato, sin dall’inizio, all’erogazione di servizi esclusivi e moderni e ad una interpretazione completamente nuova del ruolo e delle prerogative dell'amministratore. Sinteg è il prodotto di fatti ed esperienze maturate dai membri fondatori del gruppo in oltre quindici anni di attività, molti dei quali condotti in maniera tradizionale.

Non è un inizio da manuale ma è stata la propria insoddisfazione e quella dei propri clienti a portare i membri di Sinteg a condividere questo progetto. Da una parte gli amministratori avvertivano un'allarmante precarietà, l'amministratore è infatti nella condizione di perdere in poco tempo il frutto di sacrifici in caso di infortunio o malattia o, più semplicemente, è soggetto al logorio determinato dal volume di lavoro necessario per generare un introito che giustifichi la mole di responsabilità ed incombenze.

In questo contesto Sinteg è nato quindi come laboratorio di idee per il rinnovamento di questo ambito, individuando da subito la propria strategia per uscire da questo circolo vizioso che vede i clienti lamentare scarsa qualità, essendo quindi disposti a pagare poco il servizio, e gli amministratori pagati poco e, quindi, non in condizione di dare un buon servizio, e così via all'infinito.....

Nata come network di amministratori condominiali dal luglio 2013 l'azienda ha cambiato impostazione.

La mutazione del mercato ha imposto all'azienda una radicale variazione del modello di business. Sinteg è quindi divenuta un service provider dedicato alla fornitura di servizi, formazione e consulenza per tutti i soggetti e non più solo per gli amministratori di condominio che avevano aderito al network.

LA VISION SINTEG VEDE IL CONDOMINIO NON SOLO COME UN ENTE DI GESTIONE DELLE PARTI COMUNI E DEI RELATIVI IMPIANTI MA PIUTTOSTO COME UN INSIEME DI CLIENTI E DEI LORO INTERESSI E BISOGNI, COLLEGATI ALLA PROPRIETÀ ED ALLA FRUIZIONE DEGLI IMMOBILI.

Mentre il ruolo dell'amministratore è consuetamente interpretato come quello di chi è semplicemente preposto alla conservazione delle parti comuni e all'espletamento degli adempimenti strettamente necessari o richiesti dalle assemblee, Sinteg propone la figura del building manager, ovvero di colui che gestisce ogni processo nel ciclo di fornitura dei servizi gestendo collaboratori ed aziende collegate, senza però intervenire necessariamente in prima persona.

La figura ormai obsoleta dell'amministratore tuttologo, che si presume debba essere onnipresente ed onnisciente, contrasta infatti con il bisogno di qualità, celerità ed accessibilità dei servizi manifestata dalla nuova generazione di utilizzatori degli immobili. La crescente contrazione del potere d'acquisto della famiglia media porta l'economicità dei servizi sempre più all'attenzione degli utenti.

A tal fine Sinteg supporta l'amministratore fornendo servizi in outsourcing e, grazie alle economie di scala che Sinteg è in grado di sviluppare, a costi molto contenuti.